Home  › Fisco e contabilità

Revisori enti pubblici, protocollo Ancrel Oristano-Università Cagliari sulla formazione

di Maria Carla Manca (*) - Rubrica a cura di Ancrel

Ancrel Oristano e Università degli studi di Cagliari - Dipartimento di Scienze economiche aziendali hanno sottoscritto un protocollo d'intesa con oggetto la «Formazione a taglio pratico-operativo sulla revisione degli enti pubblici». Il protocollo è stato firmato dal direttore di dipartimento di Unica Professor Aldo Pavan, referenti per l'accordo Professori Patrizio Monfardini ed Elisabetta Reginato, mentre per Ancrel Oristano la presidente Maria Carla Manca e la vice presidente Francesca Orro.
Le parti s'impegnano nel rispetto dei propri ruoli e competenze istituzionali, ad agevolare l'approfondimento della formazione verso gli studenti iscritti ai corsi di studio del dipartimento di Scienze economiche e aziendali attraverso l'offerta di «formazione a taglio pratico-operativo sui temi della revisione degli enti locali». In particolare il protocollo sancisce la volontà delle parti di attivare una progettazione finalizzata all'approfondimento di tematiche di revisione degli enti Locali e contestualmente predisponendo delle check-list, carte di di lavoro, verbali, esempi pratici di piccolo-medi e grandi enti della Sardegna, volte a incrementare l'efficacia della revisione per addivenire ad una sana gestione dell'ente pubblico in efficienza, efficacia, economicità e valore per la collettività.

Gli obiettivi
Gli obiettivi che le parti si prefiggono di raggiungere attraverso la realizzazione delle attività didattiche afferenti al protocollo d'intesa sono:
• Corsi e seminari sui temi della revisione a taglio-pratico-operativo i cui docenti sono identificati nel direttivo Ancrel Oristano;
attività formative, convegnistiche e seminariali di «alta formazione» sui temi della revisione, con esperti dell'Anctrel nazionale e professori del dipartimento di Scienze economiche e aziendali dell'Università di Cagliari.

Iniziative e attività – Ancrel Oristano
Gli ambiti di attenzione sulle iniziative e le attività sono:
• Laboratori di progettazione e realizzazione pratica di tecniche di revisione degli enti pubblici;
• Lezioni sui temi attuali di finanza pubblica;
• Partecipazione in forma gratuita agli eventi organizzati da Ancrel Oristano;
• Trasmissione del materiale didattico (relazioni e slides);
• Trasmissione degli articoli pubblicati nella rubrica Ancrel all'interno del Quotidiano degli entio locali e della Pa del Sole 24 Ore;
• Collaborazione alla partecipazione al bando di concorso annuale indetto dall'Ancrel nazionale «Premio Antonino Borghi miglior tesi di laurea in materia di contabilità e di revisione degli enti locali».
Tutte le attività sono destinate agli iscritti ai corsi di studio del dipartimento di Scienze economiche e aziendali dell'Università degli Studi di Cagliari.

Gli impegni
All'articolo 3 del protocollo sono identificati gli impegni di Ancrel Oristano, nel diffondere il protocollo d'intesa presso tutti gli associati ed elaborare e realizzare, in accordo con il dipartimento di Scienze economiche e aziendali, le iniziative e le attività descritte.
All'articolo 4 del protocollo, gli impegni del dipartimento di Scienze economiche e aziendali sono afferenti al diffondere il protocollo d'intesa presso gli iscritti ai propri corsi di studio e promuovere le attività con seminari e convegni organizzate dalle parti.
All'art.icolo5 si evidenziano gli impegni comuni, sul garantire la massima diffusione del protocollo d'intesa, dei suoi contenuti e delle iniziative conseguenti, anche affiancando i loro logotipi nei materiali formativi ed informativi, a seguito di presentazione e approvazione di ciascuna delle parti.

Il recipimento dello statuto nazionale Ancrel
La premessa nel protocollo d'intesa, recepisce la mission dello Statuto Ancrel nazionale, così come identificato nello stesso statuto di Ancrel Oristano.
Nello specifico si evidenziano i ruoli, gli indirizzi, le azioni, la promozione, la pubblicità e la rappresentanza su tutto il processo a corollario tra gli enti locali e la revisione:
- svolge un ruolo primario nello sviluppo della professione di revisore contribuendo attraverso proposte, studi, progetti, conferenze, seminari alla più ampia e tempestiva attuazione delle norme sancite dalle leggi sugli enti locali, e da ogni altra normativa che regola il funzionamento delle amministrazioni pubbliche locali, specie per quelle norme che attengono al finanziamento e all'erogazione dei servizi forniti alla collettività;
- interviene affinché le azioni e gli indirizzi dei revisori siano ispirate al riscontro dell'interdipendenza fra fattori che determinano il livello di produttività e più precisamente, alle valutazioni:
- dell'efficacia come metro di giudizio della qualità del servizio;
- dell'efficienza, come uso razionale delle risorse umane, tecniche e finanziarie;
- dell'economicità, come equilibrio e vincolo dei risultati raggiunti e delle risorse impiegate;
- predispone indirizzi tesi a migliorare ed elevare professionalmente l'attività dei revisori rendendola omogenea ed unitaria a principi generali oggettivi;
- promuove e divulga principi di revisione in tutto il settore pubblico allargato;
- pubblicizza presso società e presso gli enti del settore pubblico allargato l'obbligatorietà ell'applicazione delle norme previste in materia di revisione contabile e di certificazione di bilanci;
- assume la rappresentanza degli associati nei confronti delle istituzioni pubbliche e delle associazioni nazionali, regionali e provinciali degli enti locali, delle loro aziende e della Provincia;

Conclusioni
Ancrel Oristano ritiene importante offrire all'Università degli Studi di Cagliari un idoneo quadro di riferimento in chiave innovativa all'interno del quale predisporre una collaborazione in «offerta formativa a taglio pratico-operativo in revisione degli enti locali».
L'obiettivo principale verte sulla valorizzazione della performance degli studenti iscritti nella facoltà di Scienze economiche e aziendali, per poterne beneficiare in un successivo futuro legato alla «diversificazione nel mondo della professione».

(*) Presidente Ancrel Oristano


© RIPRODUZIONE RISERVATA