Home  › Sviluppo e innovazione

Risorse e incentivi: le opportunità del mese per amministrazioni e imprese

di Giancarlo Terenzi

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

Pubblichiamo la rassegna periodica delle più importanti opportunità di finanziamento a disposizione di pubbliche amministrazioni e imprese private: bandi legati ai fondi strutturali europei, agevolazioni e incentivi statali, finanziamenti diretti da Bruxelles, contributi regionali e altre iniziative private. Accanto alla breve descrizione di ogni avviso, saranno indicate solo poche informazioni necessarie come i possibili beneficiari di contributi e finanziamenti, il termine per presentare le richieste con la procedura di invio, le risorse disponibili.

Horizon 2020: 114 mln per la ricerca nel settore energia
La Commisione europea ha aperto il bando Horizon 2020 per la ricerca nel settore energia. Disponibili 114 mln riservati a due tipologie: azioni innovative, che comprendono 2 tematiche per 53 mln, e azioni di R&I, che comprendono 5 tematiche per 71 mln. Riservato a 3 soggetti giuridici indipendenti e stabiliti in 3 diversi Stati membri o associati a Horizon 2002. Le prime 2 tematiche riguardano soluzioni integrate per il funzionamento flessibile delle centrali elettriche a combustibili fossili attraverso power-to-X-to-power e/o lo storage energetico e produzione industriale a basse emissioni di carbonio mediante il carbon capture, utilization and storage. Le altre 5 riguardano, invece, aspetti sociali e umanistici della transizione all'energia pulita, energia solare nei processi industriali, sviluppo di soluzioni basate su fonti rinnovabili che forniscono flessibilità al sistema energetico, sviluppo della prossima generazione di biocarburanti e tecnologie alternative di combustibili rinnovabili per aviazione e navigazione, conversione della luce solare in energia chimica immagazzinabile. Contributo per le azioni innovative pari al 70% delle spese ammesse, 100% per le organizzazioni no-profit e per l'altra tematica. Domanda accedendo al portale https://ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities/portal, previa registrazione, entro le ore 17:00:00 del 27 agosto 2019.

Sicilia: 5 milioni per conservare la biodiversità e valorizzare il territorio
Nell'ambito del Psr Feasr 2014-2020, la Regione Sicilia ha aperto il bando investimenti non produttivi in aziende agricole per interventi dell'ambito 1) conservare la biodiversità e valorizzare il territorio e 2) valorizzare la pubblica utilità. Disponibili 5 milioni per agricoltori singoli e associati, ats costituite da agricoltori, singoli o associati ed enti locali e/o associazioni ambientalistiche, altri enti gestori del territorio, pubblici e privati. L'importo massimo dell'investimento per singolo agricoltore non potrà superare 150mila euro, se associati 250mila, se ats 400mila, di cui, rispettivamente, 100mila, 175mila e 300mila per l'ambito d'intervento 1. Contributo pari al 100% della spesa ammessa. Domanda presentata attraverso il portale Sian di Agea entro il 30 agosto 2019, che dovrà essere inviata a mezzo raccomandata a/r, corriere autorizzato o a mano, entro 10 giorni successivi alla data del rilascio della stessa dal portale Sian, al servizio ispettorato agricoltura competenti per territorio.

Lombardia : 1.749.632 euro ai Comuni per migliorare i Suap
Regione e Unioncamere Lombardia hanno aperto il bando 100% Suap, misure di incentivazione e di accompagnamento per l'avvio del percorso di adeguamento degli sportelli unici per le attività produttive agli indirizzi regionali. Disponibili 1.749.632 euro per Comuni e relative forme associative. Finanziate proposte progettuali relative a percorsi di miglioramento del servizio Suap con particolare riferimento al raggiungimento dei parametri definiti dagli indirizzi regionali. Per i soggetti aggregatori progetti di start up e di sviluppo mentre per i Comuni che gestiscono il servizio in forma singola progetti di consolidamento e di gestione associata convenzionata. Contributo fino al 50% delle spese ammesse variabile per i soggetti aggregatori tra 10mila e 30mila euro, per i Comuni singoli tra 5mila e 12.500 euro. Domanda con procedura telematica attraverso http://servizionline.lom.camcom.it/front-rol/, previo profilazione e registrazione, entro le ore 10:00 del 10 settembre 2019.

Valle d'Aosta: 98.800 euro agli agricoltori per aderire a regimi di qualità
Nell'ambito del Psr Feasr 2014-2020, la Regione Valle d'Aosta ha aperto il bando sostegno alla nuova adesione a regimi di qualità. Disponibili 98.800 euro per agricoltori e loro associazioni che partecipano per la prima volta, o che hanno partecipato nei 5 anni precedenti, ai regimi di qualità. Finanziati i costi di prima iscrizione al sistema dei controlli e il contributo annuo per il successivo mantenimento, pagati all'organismo di certificazione, i costi per le analisi previste dal disciplinare di produzione e dal piano dei controlli approvato dell'organismo di certificazione. Contributo pari al 100% della spesa ammessa, per un massimo di 3mila euro. Domanda presentata telematicamente tramite la compilazione della domanda informatizzata presente nel Siar, consegnata allo sportello unico agricoltura dell'assessorato ambiente, risorse naturali e corpo forestale, località La Maladière n. 39, Saint-Christophe (AO), martedì e giovedì ore 9:00-14:00, entro il 31 ottobre 2019.

Lazio: finanziamenti agevolati alle imprese nei Comuni del sisma
La Regione Lazio (Por Fse 2014-2020) ha aperto la finestra 2019 he concede finanziamenti a tasso agevolato a valere sul fondo regionale per il microcredito e la microfinanza, fondo futuro 2014-2020. Disponibili 13,5 mln, di cui 3 mln per le imprese operanti nei 15 Comuni laziali dell'area del cratere sismico. Riservato a micro imprese costituite o da costituire, inclusi titolari di partita Iva, che abbiano difficoltà o impossibilità di accedere al credito bancario ordinario. Finanziamento pari al 100% delle spese ammesse sotto forma di mutuo chirografario al tasso dell'1% annuo per la copertura del fabbisogno di liquidità compreso tra 5mila e 25mila euro, fino a 84 mesi, di cui fino a 12 di preammortamento, in regime de minimis. Finanziate spese di costituzione, funzionamento, investimenti e costo del personale. Compilazione del formulario, previa calcolo del punteggio in base ai criteri di selezione per definire l'ordine di accesso alla fase istruttoria, accedendo alla piattaforma GeCoWEB accessibile su www.lazioinnova.it, selezionando un soggetto erogatore scelto tra quelli dell'elenco disponibile su www.lazioinnova.it e www.lazioeuropa.it. Invio della richiesta di accesso all'agevolazione generata dal sistema GeCoWEB alla pec fondofuturo2019@pec.lazioinnova.it, dalle ore 12:00 del 3 settembre alle ore 18:00 del 30 ottobre 2019.

Veneto: 500mila euro per il rimboschimento dei terreni
La Regione Veneto (Psr Feasr 2014-2020) ha aperto il bando imboschimento di terreni agricoli e non. Disponibili 500mila euro per soggetti privati, associazioni o consorzi di privati, regole, comuni e loro associazioni, unioni montane/comunità montane, associazioni miste privati/comuni, altre amministrazioni pubbliche. Finanziati imboschimento temporaneo di terreni agricoli e non, a ciclo breve, piantagioni di arboricoltura da legno, pure o miste, monocicliche, nonché con funzione di mitigazione e di adattamento al cambiamento climatico. Spesa massima ammessa pari a 5mila euro per ettaro e contributo pari all'80% della spesa ammessa compresa tra 2.500 e 40mila euro. Domanda presentata all'Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura (Avepa), secondo le modalità previste dal documento indirizzi procedurali generali del Psr e dai manuali Avepa, entro il 3 settembre 2019.

Friuli: contributi ai Comuni per rimuovere l'amianto in edifici privati
La Regione Friuli Venezia Giulia ha pubblicato il regolamento che concede contributi ai Comuni per realizzare interventi sostitutivi di rimozione dell'amianto da edifici o manufatti di proprietà privata, nel caso di inottemperanza di ordinanze contingibili e urgenti. Contributo pari al 100% della spesa ammessa. Domanda secondo il modello, inviata alla pec ambiente@certregione.fvg.it entro il 15 ottobre 2019, per gli anni successivi dal 1° gennaio al 15 ottobre.

Lombardia: 7 milioni per promuovere l'export di piccole e medie imprese
La Regione Lombardia (Por Fesr 2014-2020) ha aperto il bando per progetti di promozione dell'export a valere sulla linea internazionalizzazione. Disponibili 7 milioni per medie e piccole imprese iscritte al registro delle imprese e attive da almeno 24 mesi. Finanziati programmi integrati di sviluppo internazionale per creare un portafoglio articolato di servizi e attività per partecipare a iniziative finalizzate ad avviare in maniera strutturata e/o consolidare il proprio business nei mercati esteri attraverso lo sviluppo e/o il consolidamento della presenza e della capacità d'azione delle Mpmi. Programma non inferiore a 62.500 euro e agevolazione concessa attraverso un finanziamento a medio-lungo termine da 3 a 6 anni, di cui fino a 2 di preammortamento, al tasso nominale annuo dello 0%, non eccedente l'80% della spesa complessiva ammessa, compreso tra 50mila e 500mila euro in regime de minimis. Domanda presentata tramite la piattaforma informatica bandi online, accedendo a www.bandi.servizirl.it previa registrazione, senza soluzione di continuità e fino al 31 dicembre 2020, salvo esaurimento anticipato delle risorse disponibili.

Campania: 5,320 milioni agli atenei per formazione Ict e nuovi metodi didattici
La Regione Campania (Por Fse 2014-2020) ha aperto l'avviso Iniziative di formazione con applicazione industriale nel settore Ict e sviluppo di nuove metodologie didattiche. Disponibili 5,320 mln per gli atenei, in forma singola o in partnership con una società del settore Ict senza limitazioni di sede. Finanziati progetti formativi per l'utilizzo di metodologie innovative in grado di fornire competenze digitali tali da favorire un facilitato accesso al mercato del lavoro a cittadini italiani, comunitari e non, residenti e non nella regione, inoccupati e/o disoccupati titolari almeno di un diploma di istruzione secondaria superiore. Concessi contributi esclusivamente per indennità di frequenza e premi, assicurazioni contro gli infortuni ed eventuali polizze fideiussorie, ove fossero richieste dall'amministrazione regionale. Domanda secondo il modello, inviata alla pec dg.501000@pec.regione.campania.it entro le ore 12:00 del 14 agosto 2019.

Veneto: 1 milione alle imprese dal bando investimenti in tecnologie forestali
La Regione Veneto (Psr Feasr 2014-2020) ha aperto il bando investimenti in tecnologie forestali e nella trasformazione, mobilitazione e commercializzazione dei prodotti forestali, Disponibile 1 milione di euro per micro e piccole imprese, soggetti privati, associazioni o consorzi privati, regole, Comuni e loro associazioni, Unioni montane/Comunità montane. Finanziati acquisto macchinari per taglio, allestimento ed esbosco, acquisto di macchine, attrezzature, mezzi dedicati, acquisto di impianti fissi ed investimenti immateriali collegati all'uso di tali macchine, creazione e ristrutturazione straordinaria di piazzole attrezzate, nonché piazzali di deposito e ricovero per legname e mezzi produttivi presso l'azienda, costruzione, acquisto e ammodernamento di immobili, prevalentemente destinati al trattamento del legname tondo, acquisto di terreni edificati e non, connesso l'investimento, prevalentemente destinati al trattamento del legname tondo. Contributo pari al 40% della spesa ammessa compresa tra 15mila e 500mila euro. Domanda presentata all'Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura (Avepa), secondo le modalità previste dal documento indirizzi procedurali generali del Psr e dai manuali Avepa, entro il 3 settembre 2019.

Bando Ce per avvicinare il mondo femminile alle materie scientifiche
La direzione generale Digital education action plan della Commissione europea ha aperto il bando progetto pilota-Girls 4 Stem in Europe per promuovere l'insegnamento di scienza, tecnologia, ingegneria e matematica (Stem) alle ragazze in modo innovativo e coinvolgente. Disponibili 350mila euro per no-profit, autorità pubbliche locali, regionali o nazionali, organizzazioni internazionali, università e centri di ricerca, istituti di istruzione, imprese, persone fisiche, stabiliti dell'Ue o nei paesi Efta, costituiti in consorzio composto da almeno 2 partner di due diversi paesi ammissibili. Finanziato un solo progetto pilota per creare una rete di scuole, università, istituti di istruzione superiore e imprese che opererà come una piattaforma per sostenere l'avanzamento delle ragazze nell'istruzione e nelle carriere Stem, per scambiare migliori pratiche e sensibilizzare le ragazze di tutta Europa in merito all'ampio spettro di offerte di istruzione e formazione, per ideare campi estivi gratuiti che rendano conoscibili alla scuola media e superiore l'ampia gamma di materie Stem. Contributo fino al 70% dei costi ammessi. Domanda per via telematica, previa registrazione accedendo a Funding & Tender Portal, da inviare entro il 27 agosto 2019.

Lombardia: 30 milioni alle Pmi innovative dal bando Frim
La Regione Lombardia (Por Fesr 2014-2020) ha aperto il bando Frim Fesr 2020 R&S. Disponibili 30 milioni per Pmi anche di nuova costituzione e liberi professionisti in forma singola, anche per conto di uno studio associato. Finanziati progetti che comportino attività di ricerca, sviluppo e innovazione per introdurre innovazione di prodotto e/o processo coerente e attinente con l'oggetto sociale e la classificazione di attività produttiva del soggetto richiedente, nell'ambito delle aree di specializzazione individuate dalla S3 regionale: aerospazio, agroalimentare, eco-industria, industrie creative e culturali, industria della salute, manifatturiero avanzato, mobilità sostenibile. Spese totali ammissibili per almeno 100mila euro e finanziamento fino al 100% di detta spesa, a medio termine, non superiore a 1 milione, tasso annuo di interesse fisso dello 0,5% e durata compresa tra 3 e 7 anni con rimborso in rate semestrali. Domanda presentata in forma telematica tramite la piattaforma informatica bandi online, accedendo a https://www.bandi.servizirl.it/procedimenti/welcome/bandi previa registrazione, senza soluzione di continuità fino al 31 marzo 2021, salvo esaurimento anticipato delle risorse disponibili.

Lombardia: contributi ai Comuni per il Mipim dal 10 al 13 marzo 2020
Regione e Unioncamere Lombardia hanno aperto la manifestazione d'interesse non vincolante per selezionare progetti in vista della partecipazione della Regione alla manifestazione fieristica Mipim in programma a Cannes dal 10 al 13 marzo 2020. Riservato ai Comuni che propongano almeno un progetto immobiliare di investimento e/o di rigenerazione urbana strategico per il territorio riguardanti sia aree di proprietà pubblica che privata, per un investimento almeno di 10 mln, anche inferiore se si tratta di riqualificare edifici storici e di particolare pregio. Ai Comuni selezionati presenza del logo del Comune nel materiale di allestimento dello stand della regione, predisposizione di una scheda di sintesi in inglese relativa al progetto, valorizzazione del progetto nell'ambito dell'attività di intercettazione di investitor, nonché ai referenti del progetto possibilità di partecipare alla fiera come subsidiary della Regione, ottenendo un biglietto di ingresso a tariffa agevolata per l'accesso alle 4 giornate dell'evento. Domanda secondo il modello, inviata alla pec sviluppo_economico@pec.regione.lombardia.it entro il 30 agosto 2019.

Emilia Romagna: 88.542 euro alla rete di accoglienza funzionale agli «Itinerari leader»
Nell'ambito del Psr Feasr 2014-2020 Gal Appennino Bolognese, la Regione Emilia Romagna ha aperto l'avviso rete di accoglienza e di servizio rurale funzionale agli itinerari-Leader. Disponibili 88.542 euro per imprenditori agricoli singoli o associati. Finanziati piccoli interventi di viabilità e sentieristica aziendale, allestimento di aree sosta comprensive di parcheggio all'interno dell'azienda agricola e relative attrezzature per il tempo libero e per la fruizione libera delle stesse, segnaletica relativa all'itinerario e di descrizione dello stesso. Contributo pari al 50% della spesa ammissibile per gli interventi posti nella zona D, 40% se in zona C., in regime de minimis. Domanda on line compilando la modulistica prodotta dalla piattaforma Siag di Agrea previo accredito, entro le ore 12:00 del 20 settembre 2019.

Sicilia: 22 milioni a Comuni e agricoltori per recupero di strade rurali
La Regione Sicilia (Psr Feasr 2014-2020) ha aperto il bando viabilità interaziendale e strade rurali per l'accesso ai terreni agricoli e forestali. Disponibili 22 milioni, di cui 2 per il settore forestale, riservati a agricoltori e/o silvicoltori associati, enti pubblici, Comuni anche consorziati tra loro e assessorato regionale competente. Finanziati interventi per la costruzione ex-novo, con un costo per km dei lavori non eccedente 300mila euro e importo complessivo fino a 1 milione, e/o la ristrutturazione e/o recupero di strade rurali esistenti, con un costo per km dei lavori non eccedente 140mila euro e importo complessivo fino a 500mila. Contributo per agricoltori associati pari al 90% della spesa ammessa, 100% per gli enti pubblici, mentre nel settore forestale riguardanti per investimenti produttivi 100%, ridotto al 50% se produttivi. Domanda presentata attraverso il portale Sian di Agea entro il 30 ottobre 2019, che dovrà essere inviata, entro 15 giorni successivi alla data del rilascio della stessa dal portale Sian, presso gli uffici servizi per il territorio del dipartimento regionale dello sviluppo rurale e territoriale competenti per territorio.

Emilia Romagna: 2 milioni a piccole start up innovative nei territori del sisma
La Regione Emilia Romagna ha aperto il bando per l'avvio e il consolidamento di start up innovative nei Comuni più colpiti dagli eventi sismici del 20-29 maggio 2012. Disponibili 2 milioni per micro e piccole imrepse con l'unità locale dove realizza il progetto localizzata in uno dei Comuni colpiti dal sisma. Finanziati per la tipologia A progetti per realizzare i primi investimenti necessari all'avvio dell'impresa e alla messa sul mercato dei prodotti/servizi oggetto di precedente attività di ricerca e per la B progetti per realizzare investimenti per l'espansione di start up già avviate, per quanto riguarda sedi produttive, logistiche e commerciali e l'aumento di dotazioni tecnologiche. Progetti per la tipologia A non inferiori a 50mila euro per lo sviluppo produttivo di risultati di ricerca o sviluppi tecnologici, 30mila per le applicazioni digitali avanzate, per la B rispettivamente 120mila e 50mila. Contributo pari al 60% della spesa ammessa, elevato al 70% se ricorrono specifiche condizioni, per un massimo di 100mila euro per la tipologia A, di 200mila per la B. Domanda attraverso l'applicativo Sfinge 2020 previa identificazione entro le ore 17:00 del 16 settembre 2019.

Emilia Romagna: 2,5 milioni ai Comuni per lo sviluppo integrato
La Regione Emilia-Romagna ha aperto l'invito per manifestazioni d'interesse riguardanti interventi territoriali per lo sviluppo integrato degli ambiti locali. Disponibili 2,5 milioni per i Comuni con meno di 50mila abitanti, limite non previsto per le Unioni cui appartengono i Comuni delle amministrazioni che presentano l'istanza, purché i lavori inizino entro il 2019 e si concludano, indicativamente, entro un triennio. Le proposte devono riguardare interventi urgenti quali strade, scuole, impianti sportivi, centri di aggregazione socio-culturale e altre opere pubbliche. Le idee progettuali presentate costituiranno un parco-progetti, composto da opere pubbliche, servizi, o azioni immateriali, che consentirà alla regione di orientarsi sulle esigenze locali e sulle opportunità di rafforzamento della coesione d'ambito. Contributo fino all'80% delle spese ammesse per un massimo di 100mila euro. Domanda secondo il modello, inviata alla pec programmiarea@postacert.regione.emilia-romagna.it entro le ore 10:00 del 31 agosto 2019.

Infrastrutture: 90 milioni agli enti locali per la messa in sicurezza edifici pubblici
Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha aperto il bando per la redazione di progetti per mettere in sicurezza edifici e strutture pubbliche di esclusiva proprietà dell'ente locale e con destinazione d'uso pubblico, con priorità agli edifici e strutture scolastiche, a valere sul fondo progettazione enti locali che ha una dotazione di 90 milioni nel triennio. Disponibili 4.975.000 euro per le Città metropolitane, 12.437.500 per le Province e 12.437.500 per i Comuni. Cofinanziati progetti di fattibilità tecnica ed economica e quelli definitivi unitamente ai costi connessi alla redazione dei bandi di gara, definizione degli schemi di contratto e valutazione della sostenibilità finanziaria dei progetti, purché le progettazioni siano inserite nella programmazione dell'ente. Province e Città metropolitane possono presentare domanda di ammissione a cofinanziamento di uno o più progetti fino a concorrenza delle risorse assegnate per ogni anno a ogni ente, pari a 70mila per le Province, 100mila per le Città metropolitane, più una quota variabile in misura proporzionale alla popolazione. Per i Comuni, invece, fino a 3 progetti per un importo massimo cofinanziato per ciascun progetto di 60mila euro e graduatoria triennale 2018-2020. Contributo fino all'80% delle spese ammesse. Domanda secondo il modello, accedendo all'applicativo predisposto da Cassa depositi e prestiti disponibile su http://mit.gov.it/node/10775, inviata entro le ore 13:59 del 30 agosto 2019.

Commissione Ue: 5,8 milioni a progetti nell'ambito del programma per la salute 2019
Nell'ambito del terzo programma per la salute (2014-2020), la Commissione europea ha aperto l'invito a presentare proposte nell'ambito del programma di lavoro annuale 2019. Disponibili 5,8 milioni per organismi legalmente costituiti e in possesso di personalità giuridica come enti pubblici, enti non governativi o privati. Riservato agli stati Ue, Islanda, Norvegia, Serbia, Bosnia-Erzegovina e Moldova. Finanziati 1. attivazione di registri delle malattie rare per le reti europee di riferimento (ERN) e 2. azioni degli stakeholder per dare attuazione alla linee guida Ue sull'uso degli antimicrobici nella salute umana. Contributo fino al 60% dei costi ammessi, elevato all'80% per progetti di utilità eccezionale, fino a 200mila euro per la 1), mentre per la 2) un solo progetto di grandi dimensioni, composto da 20-30 partner, fino a 2 milioni o 2 o più progetti più piccoli, composti da 5-19 partner. Domanda per via telematica, previa registrazione accedendo a Funding tender portal, da inviare entro le ore 17:00 del 10 settembre 2019.

Marche: 15 milioni per sostenere la creazione di nuove imprese
La Regione Marche (Po Fse 2014-2020) ha aperto l'avviso per sostenere con 15 milioni la creazione di nuove imprese e studi professionali singoli e associati. Finanziati acquisto e/o ammodernamento di attivi materiali o immateriali, acquisizione di consulenze tecniche, nonché tipologie di spesa funzionali a consentire la costituzione e l'avvio dell'attività. Contributo in regime de minimis o di esenzione fino al 100% dei costi ammessi, fimo a un massimo di 35mila euro. Domanda secondo il formulario presente su Siform2 https://SIFORM.regione.marche.it previa registrazione, inviata entro il 31 dicembre 2021, salvo esaurimento anticipato delle risorse disponibili.

PROROGHE
Nell'ambito del Por Lazio Fse 2014-2020, prorogati tre avvisi di eMOViE UP 2020 di ASSFORSEO: il primo che finanzia azioni formative e seminariali per accrescere/aggiornare le competenze degli operatori del settore audiovisivo è posticipato alle ore 12:00 del 1° ottobre 2019; il secondo che eroga voucher per work experience all'estero riservato a operatori e professionisti del settore audiovisivo va alle ore 12:00 del 25 settembre 2019. Resta invariata la seconda finestra dalle ore 10:00 del 12 novembre alle ore 12:00 del 12 dicembre 2019; mentre il terzo «missioni incoming ed outgoing per sviluppare le competenze degli operatori per l'internazionalizzazione» il nuovo termine è il 26 settembre 2019 ore 12:00 (si veda il Quotidiano degli enti locali e della Pa del 17 luglio 2019)

Puglia: la Regione ha prorogatoi i termini dell'avviso sostegno alla stesura di piani di gestione forestale o di strumenti equivalenti,Psr Feasr 2014-2020. Nuovo termine: 23 settembre 2019 (Si veda il Quotidiano degli enti locali e della Pa del 3 luglio 2019).

Prorogati i termini del terzo bando del Po Interreg V B Adriatico-Ionico Adrion, asse prioritario 3 regione connessa (ore 15:00 del 13 settembre 2019, ) e asse prioritario 1 regione innovativa e intelligente (ore 15:00 del 12 settembre 2019) (si veda il Quotidiano degli enti locali e della Pa del 3 luglio 2019 e del 10 luglio 2019).


© RIPRODUZIONE RISERVATA